Itumori si prevengono partendo dalla tavola. A ribadirlo è il noto oncologo Umberto Veronesi, ex ministro della Sanità e direttore scientifico dell’Istituto europeo di oncologia (IEO), intervenuto al ciclo di incontri Vivere in salute all’Università la Sapienza di Roma, 2011. Un intervento ricco di dati e completo di informazioni sull’argomento elencando i fattori di rischio principali sull’insorgenza dei tumori. Come già evidenziato da numerosi studi internazionali, il Prof Veronesi punta l’indice sull’alimentazione come principale fattore di rischio, con il 35%” di possibilità nell’indurre una neoplasia. Seguono il tabacco (30%), le infezioni virali (10%), fattori riproduttivi (7%), attività lavorativa a rischio e inquinamento ambientale (4%).

Cattiva e squilibrata alimentazione sono sotto accusa. La situazione è più grave se si considera che il fumo si pone al secondo posto come fattore di rischio. Ma sapevamo da tempo di questi dati, spiega Veronesi: “Ciò di cui ci nutriamo è un elemento fondamentale per la nostra vita. Alimentarsi vuol dire scegliere, e questa scelta può essere importantissima per preservarci da diverse malattie, a partire dai tumori. Il 35% di questi – sottolinea – è dovuto a ciò che mangiamo, mentre non più del 4% è riconducibile all’inquinamento”. Quel che mandiamo giù per alimentarci “può agire indisturbato sui nostri organi”.

Veronesi mostra due slide che indicano la diffusione del tumore al colon nel nostro pianeta, e aggiunge: “Vedete, questa neoplasia è rarissima nei Paesi dove non si mangia carne”, al contrario dei paese i dove la carne è quasi sempre presente sulle tavole. Frutta e verdura, invece, sono alimenti “protettivi: più alto è il loro consumo più diminuisce il rischio di incappare in un tumore”. Continua rivolgendosi agli studenti, elencando gli alimenti che dovrebbero scegliere per proteggersi e prevenire molti tumori tumori. Tra questi la curcuma: “Presente ad esempio nel curry. Nell’isola di Okinawa, dove la curcuma viene consumata quotidianamente, c’è una presenza di ultracentenari che supera del 10-15% quella degli altri Paesi nel mondo”, aumentare il consumo di “mirtilli e uva rossa” aggiunge, intesa anche come vino: “due bicchieri al dì, uno a pranzo e l’altro alla sera, hanno un buon effetto di protezione” le fragole, il tè verde, aglio verza, broccoli e pomodori. La lotta ai tumori si combatte anche a tavola ed è bene tenerlo sempre a mente. Parola di Umberto Veronesi.[…]

 

Leggi l’articolo completo su Adnkronos

Tumori: Veronesi, più rischi da cattiva alimentazione che da fumo. ultima modifica: 2013-05-30T19:15:22+00:00 da Staff mio benessere

Pin It on Pinterest

Shares
Share This