Il tuo peso ideale

Le persone spesso confrontano il loro peso e la loro forma con quelli delle persone che li circondano, preoccupati che il loro peso sia troppo alto o troppo basso, ma un peso ideale non è lo stesso per ogni individuo.

Dipende da una serie di fattori, tra cui età, sesso, tipo di corpo, l’etnia, densità ossea, rapporto muscolo-grasso, altezza e salute in generale.

Etnia
La composizione corporea può variare in relazione all’etnia a cui si appartiene. Alcuni studi suggeriscono che individui di origine asiatica che presentano BMI inferiori a 25 possano essere associati a rischi per la salute. Nel Regno Unito e negli Stati Uniti, un BMI nella norma è leggermente superiore rispetto, ad esempio, ai Paesi Bassi.
Se una persona nei Paesi Bassi mirava a raggiungere un Peso Ideale, tale peso avrebbe un peso inferiore a quello di una persona negli Stati Uniti.

Indice di massa corporea

IMC è l’indice di massa corporea (BMI in inglese), ed è stato inventato dal matematico belga Adolphe Quetelet, nato nel 1796. Quetelet stabilisce un processo di calcolo per determinare un numero finale (IMC): il peso di una persona in chilogrammi è diviso per il quadrato della sua altezza in metri. Successivamente è stato visto come un’utile linea guida per l’approssimazione al peso ideale di una persona, e per l’applicazione in ricerche più ampie sulle condizioni di salute e abitudini alimentari delle popolazioni.

Per calcolare il BMI di una persona, si ha quindi bisogno di conoscere il loro peso e altezza.

Se una persona pesa 80 chili ed è alta 1,8 metri, la sua altezza elevata al quadrato sarà di 3,24: 80 diviso per 3.24 fornisce un BMI di 24.69.

L’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) ha stabilito i seguenti valori di BMI:

  • 15.9 e sotto = è severamente magro
  • 18,5 e sotto = è sottopeso
  • da 18,5 a 24,9 = è
  • 25-29,9 = è
  • 30 a 39,9 = è obeso
  • 40 e più = grave

I Centri nazionali per la prevenzione e il controllo delle malattie (CMC) sottolineano che l’indice di massa corporea può essere utile come strumento di screening, facile ed economico, ma non consente di diagnosticare il o la salute di un individuo. Un altro metodo antropometro per stimare la massa grassa e la distribuzione del tessuto adiposo è la misurazione delle pliche cutanee (ma che richiede personale medico qualificato).

Limiti del BMI

Il BMI non tiene conto delle misure di una persona e delle sue specificità; infatti un atleta olimpico può avere la stessa altezza e peso di una persona che non intraprende alcuna attività fisica, ma il loro rapporto tra massa magra e massa grassa sarà molto differente. Quindi avrebbero lo stesso BMI, ma le loro misure sarebbero diverse, esempio: il muscolo pesa più del grasso.
Ciò significa che un atleta, il cui peso è composto principalmente da muscoli, può avere lo stesso indice di massa corporea di una persona il cui peso è composto principalmente da grasso.

Cosa si intende per massa magra?

La massa magra è composta da tessuto muscolare, è molto ricca di acqua (circa il 60%) ed influenza notevolmente il metabolismo, più muscolo abbiamo, più calorie bruciamo, sia a riposo che in attività.

Cosa si intende per massa grassa?

La massa grassa è il tessuto adiposo, è poverissimo di acqua e non brucia calorie, cioè è inerte.

Una certa quantità di grasso è comunque necessaria: sia come scorta energetica, sia per il buon funzionamento dei processi fisiologici umani.

N.B. Nelle donne le cellule grasse sono più numerose e più voluminose che negli uomini.

Due persone possono avere anche densità ossee e rapporti di grasso corporeo diversi, ma il BMI non tiene conto di questi fattori. Una persona con osteoporosi può avere un BMI inferiore, a causa di una densità ossea inferiore.

Gli svantaggi dell’utilizzo di BMI sono:

  • sottovaluta il contenuto di grasso corporeo nelle persone obese o in sovrappeso;
  • supera il contenuto di grasso corporeo in individui muscolosi o magri;
  • le implicazioni del BMI possono essere diverse per persone di diverse età, sesso ed etnia, esempio: le donne hanno più grasso corporeo rispetto agli uomini.

Rapporto vita-fianchi

Rapporto vita-fianchi, o , valuta il rapporto tra la circonferenza della vita e la circonferenza dell’anca (i fianchi). Questo è un fattore molto importante per la salute. Una maggiore percentuale di grasso depositata intorno alla vita è stata collegata a un rischio più elevato di problemi cardiovascolari.

In altre parole, è più sano essere ‘”a forma di pera” che “a forma di mela”.

Calcolare e confrontare le misurazioni di anca e girovita può essere un migliore indicatore dello stato di salute. La vita viene misurata nel punto più stretto e, se non c’è un punto stretto, viene misurata circa 1 pollice sopra l’ombelico. I fianchi sono misurati nel punto più largo dei glutei.

La misurazione della vita sarà divisa per la misurazione dell’anca.

Se una donna adulta ha una vita da 68 cm e fianchi da 91 cm, il suo WHR è 68 diviso per 91 = WHR di 0,74.

Per l’uomo:

  • sotto 0,9 indica un rischio molto basso di rischio cardiovascolare
  • da 0,9 a 0,99 suggerisce un rischio moderato
  • sopra 1 implica un rischio alto.

Per le donne:

  • sotto lo 0,8 significa un rischio molto basso
  • da 0,8 a 0,89 indica un rischio moderato
  • 0,9 o superiore è indice un rischio alto per problemi cardiovascolari.

Il valori WHR negli uomini e nelle donne comporta valutazioni diverse per possibili problemi cardiovascolari.

WHR Rapporto vita-fianchi rispetto al BMI

WHR, rispetto al BMI, è più specifico a riguardo del rischio di malattie cardiovascolari.

Le donne con una WHR inferiore a 0,8 risultano più sane, con un minor rischio di ammalarsi di cancro, diabete, disturbi cardiovascolari, e infertilità.

Gli uomini il cui WHR è inferiore a 0,9 hanno gli stessi benefici delle donne con uno WHR basso e gli uomini con una WHR più alto hanno rischi sanitari simili a quelli delle loro controparti femminili.

Tuttavia, il WHR non è in grado di misurare la percentuale di grasso corporeo totale presente nell’individuo o il loro rapporto massa-magra-massa-grassa.

Peso forma uomini

Percentuale di grasso corporeo

La percentuale di grasso corporeo è calcolata pesando il grasso totale di una persona e dividendolo per il loro peso.

Il grasso essenziale è il grasso di cui abbiamo bisogno per sopravvivere. Nelle donne adulte la percentuale totale di grasso essenziale è compresa tra il 10% e il 13%. Negli uomini adulti, il grasso essenziale è tra il 2% e il 5% del corpo.

Il grasso di stoccaggio è l’accumulo di grasso nel tessuto adiposo. È necessario un pò di grasso per proteggere gli organi interni dell’addome e del torace. Il tessuto adiposo è un tipo di tessuto che contiene grasso immagazzinato.

La percentuale di grasso corporeo totale comprende sia il grasso di stoccaggio che il grasso essenziale.

Secondo l’American Council on Exercise (ACE), le percentuali di grasso nei maschi e nelle femmine dovrebbero essere le seguenti:

  • grasso essenziale negli uomini: dal 2% al 4%
  • grasso essenziale nelle donne: dal 10% al 13%

Una donna con il 32% o più grasso corporeo è considerata obesa, come lo è un uomo con il 25% o più grasso corporeo.

Il vantaggio di misurare la percentuale di grasso corporeo di una persona è che valuta la composizione corporea della persona, che è un fattore importante nello sviluppo di alcune malattie.

Tuttavia, ottenere una misura accurata del grasso corporeo non è facile.

Misurare il grasso corporeo

Gli strumenti spesso usati per misurare il grasso corporeo non sono sempre accurati e gli strumenti di calcolo online possono dare un’idea approssimativa del grasso corporeo.

Strumenti tecnologici con calibri possono essere utilizzati per misurare il grasso corporeo come la pletismografia a spostamento d’aria (ADP) che usa i principi della per misurare il grasso corporeo. Il test ADP prevede che la persona entri in una camera sigillata che misura il volume totale del corpo calcolando la quantità di aria che verrà spostata. La densità corporea viene così calcolata misurando la massa o il peso corporeo con il volume corporeo.

Un raggio di luce a raggi infrarossi viene inviato nei bicipiti della persona riflettendosi dal muscolo e assorbito dal grasso. Ma questo metodo presuppone che il grasso nel braccio rifletta la composizione del grasso di tutto il corpo, il che non è sempre vero.

Certamente uno strumento molto utile, ma alcuni studi hanno dimostrato che anche l’ADP non è sempre in grado di fornire misurazioni precise. Rimane comunque uno dei migliori metodi di valutazione anche perché il test avviene sempre sotto controllo di un esperto.

Trovare un modo accurato per misurare il grasso corporeo è importante; letture imprecise possono indicare un cambiamento nella composizione corporea che non è avvenuto.

il peso ideale

Alla ricerca di un corpo sano

Per tornare, e rimanere in buona salute, le persone sono spinte a ridurre il peso/grasso corporeo. Per fare questo, l’American Council on Exercise (ACE) suggerisce di mangiare in modo sano e di fare attività fisica tra cui esercizi o allenamenti di resistenza, ideali per aumentare la massa muscolare, magra.

Ci sono strumenti e calcolatori disponibili online, da questa pagina puoi calcolare il tuo IMC, ricordando quanto scritto in questo articolo sulla sua attendibilità.

Chiunque sia seriamente preoccupato per la sua condizione fisica in relazione alla forma del suo corpo e peso, dovrebbe consultare un medico, che prenderà in considerazione la dieta, l’attività fisica e la storia familiare della persona aiutandola nel raggiungimento di un peso sano, ideale, per il benessere generale della persona.

References

100 Questions & Answers About Sports Nutrition and Exercise“. Jones & Bartlett Publishers, 2011.

Optimum anthropometric criteria for ideal body composition related fitness“. Sultan Qaboos Univ Med J. 2010.

Che cos’è il peso forma? ultima modifica: 2018-07-02T12:37:23+00:00 da Staff mio benessere

Pin It on Pinterest

Shares
Share This